Andrea. Un anno fuori dal comune perché….

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

…è un anno che ti porterà a conoscenza dei grandi temi e che ti fornirà un ampio spazio di confronto, discussione e riflessione. Avrai la possibilità di scegliere tra molti progetti differenti quello che ti appassiona di più e avrai l’occasione di condividere la tua scelta con altri ragazzi lungo un percorso pieno di situazioni inaspettate. Andando incontro a nuove realtà svilupperai un senso critico e imparerai a conoscere te stesso mettendoti in gioco, e alla fine maturerai un’esperienza e degli strumenti che potranno aiutarti a vedere il mondo sotto una luce del tutto differente.
Vi siete già stufati di leggere? Concedetemi ancora qualche riga: un anno di servizio civile è un anno fuori dal comune perché non è retorica di facciata o stereotipi da “bravo ragazzo impegnato”, ma è un’occasione imprevedibile, intensa e capace di segnare nel profondo. “Un anno di servizio civile è un anno fuori dal comune” non sono solo parole, perché sono già in molti a testimoniarlo con i fatti. E quei molti, quelle persone, hanno saputo portare cambiamenti duraturi con il loro contributo per quei molti, si spera, che ancora verranno.