Servizio Civile, Ci Sta!   Perché…

…basta poco per donare un sorriso

Ho scelto un po’ per caso di fare il servizio civile. Ho sempre voluto fare qualcosa per aiutare il prossimo, ed improvvisamente si è palesata l’opportunità di farlo. Così ho deciso di prestare servizio in Caritas presso l’Area Persone Senza Dimora di Auxilium. Questa esperienza (che oserei definire proprio esperienza di vita) mi ha aiutato e mi sta aiutando a darmi una ridimensionata, a scendere dal piedistallo ma soprattutto ad entrare in contatto con un’umanità fatta di persone in difficoltà ma con un cuore grande, molto più grande di chi in difficoltà non è!!! Molto spesso sono proprio le persone senza dimora ad aiutare me, con la forza che trasmettono e con tutto quello che danno a livello emotivo. Ed io tento di fare di tutto per aiutare loro, specialmente per regalare un sorriso. Non dimenticherò mai il Natale passato in loro compagnia, le partite a calcetto o a briscola e la loro riconoscenza per le promesse mantenute. Fare il servizio civile ci sta perché ti cambia dentro, ti rende più umano e consapevole. Ci sta perché basta poco per donare un sorriso, ma quel sorriso può cambiare la giornata! Nicolò

Servizio Civile 2017

…c’è un mondo dentro e uno fuori

Ci sta per mettersi in gioco

Ci sta per affrontare le situazioni

Ci sta per esserci ogni giorno

Ci sta perché si impara a capire

Ci sta perché ci sono strade per tutti

Ci sta perché abbiamo un mondo dentro e un mondo fuori Federica

Servizio Civile 2017

…ti offre una nuova visione del mondo

Sono sempre stata un po’ particolare, più volte mi è stato detto che sono troppo selettiva. Quando mi trovo in un ambiente nuovo osservo con attenzione ciò che mi circonda, gli oggetti, l’arredo. Se ci sono persone le studio in qualche modo… Quest’esperienza mi ha aiutato a lasciarmi andare, a compiere quel passo in più che mi ha permesso di mettere da parte un po’ di pregiudizi e mi ha dato appunto una nuova visione del mondo. Se vogliamo, uno sguardo che oggi percepisco come meno severo e meno critico. Sarebbe sbagliato dire che in questi mesi mi sono limitata a conoscere persone nuove o ad ascoltare storie drammatiche. Credo che sia più corretto dire che ascoltando storie di viaggi, io stessa ne ho intrapreso uno. Ci sta di brutto! Lissette

Servizio Civile 2017

…per chi ama conoscere cose nuove

Ho scelto di svolgere servizio civile presso “La Staffetta” poiché volevo essere attivamente solidale e materialmente utile verso un quartiere come Prè, di cui tanto si parla negativamente a priori, forse per paura della diversità, ma è la diversità a renderci individui (così dicono).

Pensate che alla fine di alcune giornate mi sento addirittura soddisfatto… Stanco sì ma soddisfatto. Andrea

Servizio Civile 2017

…può essere l’inizio di un cambiamento

La voglia di stare insieme ai bambini mi ha portato oggi ad essere volontario di servizio civile presso “La Staffetta”.

Ci sono tante sensazioni che potrei raccontare, ma tra tutte, quella che ho recepito di piu è sicuramente la voglia dei bambini di essere felici lasciandosi alle spalle tutti quei disagi che ogni giorno devono affrontare. Emanuele

Servizio Civile 2017

…perché no?

Nella vita di ogni giovane ci sta un anno trascorso condividendo con altri situazioni distanti dal proprio vissuto, che possono solo arricchire! Caterina

Servizio Civile 2017

…ti cambia

Ho scelto di dedicare un anno della mia vita a piccole persone dalle grandi doti. In mezzo ai bambini sono cresciuta tanto anche io; in mezzo alle mamme ho appreso qualcosa sulla genitorialità. È una grande ricchezza per me avvertire il cambiamento positivo che il servizio sta esercitando sulla mia vita. Penso che anche per te possa essere un’occasione di crescita in più. Alice

Servizio Civile 2017

…scoprendo gli altri scopro me stessa

Sapevo già di volermi prendere cura delle persone quando ho deciso di diventare assistente sociale, ma vivendo questa esperienza ho capito di dover togliere la scrivania di mezzo per entrare meglio in relazione con l’altro. Con il servizio civile ho incontrato la svolta che prenderà la mia vita. Marta

Servizio Civile 2017

…mette in gioco la tua persona

“Ci sta” perché puoi fruire della bellezza di una parentesi di umanità con cui forse non ti saresti mai rapportato.

“Ci sta” perché stimola ogni giorno la tua creatività, dato che ogni relazione che intessi serba in sé la possibilità di diventare un capolavoro. 

“Ci sta” perché anche tu, nel tuo piccolo, puoi operare qualcosa di grande per portare del bene dentro e fuori di te.

“Ci sta” che impari ad accettare la negazione di un “grazie”, ad accogliere la sua entusiasta enunciazione e a pronunciarlo tu con tutta la gioia che hai nel cuore.

“Ci sta” perché è il fine esercizio di ascoltare quanto ti viene raccontato e quanto ti viene celato.

“Ci sta” che non ti sveli troppo di un’esperienza personale di cui tu, proprio tu, potrai dirmi di più. Irene

Servizio Civile 2017

…basta poco per scambiarsi un po’ di umanità

Quando mi alzo la mattina so di andare a fare qualcosa di importante, qualcosa che non tutti hanno la fortuna di poter fare, ho l’opportunità di far sorridere delle persone che purtroppo nella loro vita di sorrisi ne hanno avuti ben pochi. In sorriso può cambiarti la giornata o a volte la vita. Il Servizio Civile è un’esperienza che ti fa crescere come persona e ti fa capire quanto sia importante agire, essere presenti e decisi a cambiare il futuro. Non state fermi, agite, questa è una opportunità che non va sprecata. Giorgio

Servizio Civile 2017

…contano più i fatti che le parole

Un giorno decisi di mettere alla prova le mie capacità. Avevo sentito dire che il Servizio Civile Nazionale era un qualcosa che poteva aiutarmi. E’ stata una scelta principalmente personale, avevo bisogno di esprimermi in un altro linguaggio, quello dei fatti. Così mi sono rivolta in Caritas, che ha saputo indirizzare la mia scelta di servizio verso l’Area Persone Straniere di Auxilium, scelta della quale sono molto soddisfatta. Inizialmente pensavo che sarebbe stato impossibile instaurare relazioni dentro il centro, che non sempre sono facili da gestire. Ma ci vuole poco: un gesto, un saluto, una pacca di conforto a coloro che nella vita cercano un po’ di dignità. Vorrei consigliare di fare questa esperienza perché il Servizio Civile vuol dire rimboccarsi le maniche ed agire nelle diverse situazioni. Eliana

Servizio Civile 2017